I rifugiati sud sudanesi per la ricostruzione del Paese

Nel corso del 2017 noi di Insieme con Sorriso abbiamo finanziato un progetto a sostegno dei giovani sud sudanesi rifugiati in Kenya. Lo scopo è di formare questi giovani per permettere loro di rientrare in patria e contribuire alla rinascita e allo sviluppo del proprio Paese.

Condividiamo con voi le parole di gratitudine di Damiano Mascalzoni, comboniano e responsabile del progetto:

Nairobi, 10 Gennaio 2018

Carissimi Amici di INSIEME con SORRISO,

Saluti da Nairobi – PANAMAT COMMUNITYKenya e ancora Buon Anno 2018 nel segno della Solidarietà che da ossigeno alla Vita!!

E’ con Amicizia e profonda Gratitudine che vi scrivo da Kabiria, periferia di Nairobi, dove risiedo da ormai più di 2 anni. Mi trovo in una piccola struttura che accoglie studenti sud sudanesi rifugiati che scappano dal conflitto in corso in Sud Sudan.

Panamat (che nella lingua dinka vuol dire “ritrovarsi assieme”), è un’ iniziativa partita nel lontano 2003 a Mapuordit, in Sud Sudan, quando mi occupavo di una comunità di persone affette dalla lebbra; l’esperienza ha voluto che quella comunità marginalizzata, grazie al coinvolgimento dei giovani locali e dando loro fiducia, capovolgesse la situazione grazie ad un approccio che promuoveva l’INCLUSIONE SOCIALE.

Lo stesso approccio è quello che usiamo al Panamat Hostel Kenya per i giovani che provengono dal Sud Sudan. Ora l’idea è dare la possibilità a giovani sudsudanesi di studiare per poi tornare in patria ed aiutare le loro comunità a rigenerarsi. L’esperienza sta già dando i suoi frutti; sono già cinque i giovani che hanno finito dei corsi in Agricoltura e Management; ora stanno applicando quanto imparato nelle loro comunità.

Panamat Kenya non è solo questo: i giovani del Panamat Hostel provengono da diverse etnie: Dinka, Nuer, Zande, Mudare, Nuba, etc.., gruppi etnici in conflitto tra loro in Sud Sudan, mentre qui i giovani hanno imparato a vivere assieme in pace, aiutandosi, e collaborando per la costruzione di un nuovo Sud Sudan che le nuove generazioni sognano pacifico!

Dovete sapere un’altra cosa: i giovani che vengono a Nairobi non solo studiano, ma devono anche cercare modi di auto-finanziarsi facendo dei piccoli lavoretti e gestendo delle attività in modo da accrescere la loro esperienza. Qui a Kabiria gestiamo un piccolo bar e un Internet point.

Grazie di cuore, amici di Insieme con Sorriso, per il supporto in questi anni! Ripartire non è facile, ma voi state dando fiducia ai nostri giovani con cui sarà possibile ricostruire il futuro del Sud Sudan!

Grazie, perché è la Solidarietà concreta che aiuta e voi, con la vostra generosità, siete veramente un Sorriso di speranza per noi!

Grazie a nome dei nostri ragazzi: Amin, Chien, Juma, Akwere, David, Peter, Charles, Tarir, Jared, Akuche, Aputu, Amina, etc.., volti concreti e mani che ora stanno aiutando!

Ancora grazie di cuore a tutti voi, vi auguro ogni bene,

Fratel Damiano