Abbiamo Raccolto: /

Dettaglio Progetto Espansione dell’ospedale di Nzara

Nzara è una cittadina del Sud Sudan, situata nel mezzo della foresta equatoriale, abitata in prevalenza dal popolo Azande.

Qui, tra strade non asfaltate e in una regione dove non c’erano né acqua, né elettricità, nel 1983 venne costruito dalle suore comboniane un ospedale, per dare assistenza soprattutto a lebbrosi e tubercolotici.

L’ospedale di Nzara, definito anche “di frontiera” per la sua vicinanza all’Uganda e alla Repubblica democratica del Congo, col passare del tempo è diventato il più importante della zona, ricevendo pazienti provenienti da tutta l’area circostante, per un bacino di utenza di circa 300.000 persone.
Non riuscendo più a ospitare tutti i pazienti, si è reso necessario il suo ampliamento.

LA SITUAZIONE SANITARIA IN SUD SUDAN

Il susseguirsi di conflitti in Sud Sudan ha comportato una grave situazione sanitaria: tensioni etniche, povertà e malnutrizione si sono aggiunte a un sistema sanitario fragile, in particolare per quanto riguarda l’assistenza materno-infantile.
Qui il tasso di mortalità materna è tra i più alti al mondo, di 789 donne ogni 100.000 bambini nati vivi (in Italia invece il tasso è di 4, ogni 100.000 nati). Le principali cause di morte materna sono l’emorragia post parto e complicazioni che richiederebbero accesso immediato ai servizi di emergenza ostetrica e chirurgica.
La mortalità infantile colpisce 64 bambini ogni 1.000 (in Italia invece 4 ogni 1.000), inoltre un elevato numero di bambini non arriva al quinto anno d’età. Il 32,9% di bambini di età inferiore ai cinque anni è sottopeso e di questi il 13,5% severamente malnutrito. Solo il 2,7% dei bambini sotto il secondo anno di età risulta completamente vaccinato.

IL NUOVO PROGETTO

L’espansione dell’ospedale di Nzara comprenderà una clinica e un reparto maternità, un reparto chirurgico e una banca del sangue.
Per poter offrire un servizio sanitario di qualità, l’ospedale dovrà essere attrezzato con i dovuti strumenti di una sala operatoria, con due camere per far fronte alle emergenze di ostetricia e ginecologia; un secondo blocco chirurgico con 24 letti e la maternità con 16 letti: quest’ultima includerà la sala parto.

Nel 2018 sono iniziati i lavori e anche noi di Insieme con Sorriso abbiamo scelto di impegnarci e supportare la salute a Nzara. La nostra associazione infatti da diversi anni sta supportando l’ospedale: inizialmente, nel 2012, con la costruzione del reparto di pediatria, successivamente con la fornitura di medicinali, letti e altra attrezzatura per l’ospedale, oltre a finanziare borse di studio e salari del personale medico. Leggi qui i dettagli.

Con noi, anche tu puoi garantire la salute alle mamme e ai bambini!
DONA ORA:

–  con 15 euro assicuri le prime cure in ospedale
– con 50 euro assicuri l’assistenza a una mamma durante la gravidanza e il parto
– con 70 euro contribuisci all’acquisto di attrezzatura medica per il nuovo ospedale