Sud Sudan: caschi blu Onu, “negato nostro accesso a Pajok”

I peacekeeper delle Nazioni Unite non sono riusciti ad avere accesso alla città di Pajok, nella zona sud-orientale del Sud Sudan, dove secondo forze ribelli e fonti umanitarie ci sarebbe stato nelle scorse ore un massacro di civili da parte delle forze governative.

Lo riferisce l’emittente britannica “Bbc” citando la missione Onu nel paese, Unmiss.

I caschi blu si sono detti “preoccupati” per le notizie sui combattimenti nell’area e sugli attacchi contro i civili e continuano a chiedere al governo di Giuba di entrare in città.

Nelle ultime ore migliaia di persone hanno lasciato Pajok per fuggire nel vicino Uganda, dove hanno riferito agli operatori umanitari dell’Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr) di violenze e saccheggi oltre il confine. L’esercito ha tuttavia negato di essere coinvolto in attacchi contro i civili.

Articolo preso da: Agenzia Nova