Una bici per Mario

A Mario, a causa del diabete, sono state amputate le gambe.

Vive a Mupoi, ma in passato è stato militare a Khartoum, dove ha lavorato insieme a dei nostri connazionali come meccanico, saldatore e operaio in cantieri stradali.

Qui di seguito vi riportiamo la lettera tradotta che, tempo fa, aveva inviato al nostro presidente:

“Vi scrivo questa lettera confidando nella vostra gentile considerazione. Come potete vedere sono un disabile; il mio problema è che ho una handbike (particolare tipo di bicicletta, che si muove tramite delle manovelle mosse grazie alle braccia umane), ma la camera d’aria si è rovinata e non posso comprarne un’altra , perché non me lo posso permettere.

Vi chiedo un aiuto per risolvere il mio problema. Spero nella vostra generosità, che sarà molto apprezzata. Resto in attesa di una risposta. Un riconoscente grazie.”

Mario Angelo Sendeyo

Durante il nostro campo a Mupoi siamo riusciti a recuperare una nuova bicicletta per Mario! Grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito, anche a nome di Mario!